fbpx

L’UNIVERSO SU MISURA
VIAGGIO NELLE INCREDIBILI COINCIDENZE COSMICHE

A Cura di Filippo Bonaventura – Lorenzo Colombo – Matteo Miluzio  

Progetto di divulgazione scientifica “CHI HA PAURA DEL BUIO”

L’UNIVERSO SU MISURA – VIAGGIO NELLE INCREDIBILI COINCIDENZE COSMICHE

A prima vista l’universo non sembra particolarmente adatto alla vita, almeno quella che conosciamo. Tolta la confortevole superficie del nostro pianeta, in qualunque altro luogo del cosmo non avremmo speranze di sopravvivenza.

Eppure tra cosmologi e fisici teorici sta emergendo l’idea opposta: l’universo sembra in realtà fatto proprio a misura d’uomo.

Basterebbe cambiare anche solo di pochissimo uno solo dei parametri fondamentali che descrivono il cosmo per renderlo del tutto incompatibile con la vita, in particolare con quella cosciente. Questa idea prende il nome di “principio antropico” ed è una delle questioni più misteriose della scienza contemporanea.

Esploreremo insieme questa incredibile serie di coincidenze cosmiche e come queste ci consentono di essere qui ad ammirare l’universo.

Filippo Bonaventura si è laureato in Astrofisica all’Università di Trieste con una tesi in cosmologia numerica e ha conseguito un Master in Comunicazione della Scienza presso la SISSA di Trieste.

È stato coordinatore della rivista di astronomia «Le Stelle» e contributor per diverse testate cartacee e online. Vive a Milano, dove si occupa di divulgazione scientifica e di editoria scolastica.

Lorenzo Colombo si è laureato in Astrofisica presso l’Università di Torino con una tesi nel campo dei pianeti extrasolari, e ha poi frequentato il corso di Dottorato in Astronomia presso l’Università di Padova.

Nel 2021 ha conseguito il Master in Comunicazione della Scienza “Franco Prattico” della SISSA di Trieste. Ora è tornato a vivere nelle Alpi torinesi, dalle quali svolge la sua attività di divulgazione scientifica, online e sul territorio.

Matteo Miluzio si è laureato in Astronomia all’Università di Padova, dove ha conseguito anche il Dottorato in Astronomia lavorando su supernovae e galassie attive.

Dopo il Dottorato ha deciso di lasciare l’Italia per andare a lavorare all’Istituto di Astrofisica delle Canarie, a Tenerife. Lavora attualmente per la missione spaziale Euclid presso la sede di Madrid dell’Agenzia Spaziale Europea.

 

A conferenza iniziata è vietato l’ingresso.