PIANETI IN FORMAZIONE

VISTI DAL RADIOTELESCOPIO ALMA

ACQUISTA ONLINE

A Cura di Cesare Guaita

PIANETI IN FORMAZIONE VISTI DAL RADIOTELESCOPIO ALMA

Quasi tutte le stelle nascono circondate da un disco di polvere proto-planetaria. Capire se effettivamente si formano anche pianeti è, tuttavia, molto difficile, sia per la vicinanza alla stella centrale, sia per l’effetto oscurante della polvere stessa. Questa indagine è spesso preclusa anche ai massimi telescopi ottici esistenti. Negli ultimi mesi, però, una vera e propria rivoluzione è venuta da ALMA, il fantastico complesso di 66 antenne di recente divenuto operativo sull’altopiano di Chajnantor, a 5600 m sulle Ande cilene. Lo straordinario potere risolutivo di ALMA è infatti riuscito, per la prima volta, a fornirci immagini nitide di alcuni dischi proto-planetari, grazie ai quali è stato possibile determinare in che condizioni nascono dei pianeti e, più di preciso, individuare la presenza di giovani pianeti dalle perturbazioni da essi indotte sulla struttura interna del disco planetario in cui sono immersi. Una ricerca fondamentale per capire il significato degli oltre 4000 pianeti extrasolari finora scoperti.

Cesare Guaita, laurea in Chimica con specializzazione in Chimica organica e Chimica macromolecolare. Esperto di Cosmochimica e Planetologia, ha pubblicato, su riviste divulgative e professionali, centinaia di articoli su questi temi, con particolare riferimento alle connessioni chimico-geologiche di una moltitudine di fenomeni planetari ed astrofisici. Collabora con giornali e riviste e reti televisive pubbliche e private. È Presidente e fondatore (anno 1974) del G.A.T., (Gruppo Astronomico Tradatese) e da oltre 25 anni è conferenziere del Planetario di Milano.
Se sei interessato ad avere ulteriori informazioni in merito a questo evento contattaci al 02/88463340.

    Martedì 18 Settembre 2018
    ore 21.00
    Cesare Guaita
    Biglietto intero € 5,00 – Biglietto ridotto € 3,00

    ACQUISTA ONLINE

La cassa apre 45 minuti prima.

A conferenza iniziata è vietato l’ingresso.