MAXWELL E GLI ANELLI DI SATURNO

A cura di Sergio Bittanti

I Giovedì Universitari
MAXWELL E GLI ANELLI DI SATURNO

Ancora studente all’Università di Cambridge, James Clerk Maxwell si cimentò nello studio degli anelli di Saturno, al fine di scoprirne la loro reale costituzione. Lo studio non fu basato su osservazioni astronomiche, ma su un approccio di pura modellistica matematica. Facendo uso della legge di gravitazione universale, Maxwell costruì vari modelli esplicativi, ciascuno dedotto in conformità con una determinata ipotesi
di lavoro. Ad esempio, un modello fu costruito nell’ipotesi che l’anello fosse un’unica corona rigida, un altro era invece basato sull’ipotesi che si trattasse di una corona gassosa, e così via. Una volta costruiti i modelli, si passava alla fase di validazione confrontando le loro caratteristiche con la realtà. I modelli con caratteristiche contradditorie rispetto alla realtà dovevano essere scartati, e, con loro, le ipotesi su cui si basavano. Per la validazione, Maxwell si avvalse della nozione di stabilità, partendo dall’assunzione che, essendo gli anelli in tale configurazione da millenni, il modello ottenuto dovesse essere necessariamente stabile; pertanto, i modelli instabili andavano rigettati, insieme con le sottostanti ipotesi. Fu così che Maxwell concluse che gli anelli dovevano essere costituiti da molti elementi disconnessi tra loro, in rotazione intorno al pianeta, ciò che, a distanza di secoli, è stato confermato dalle missioni spaziali.

Sergio Bittanti ha lavorato per molti anni presso il Politecnico di Milano. È inoltre associato all’Istituto IEIIT del CNR e membro dell’Istituto Lombardo – Accademia di Scienze e Lettere. Oltre ad una intensa attività di didattica e di ricerca nel campo dell’identificazione e del controllo dei sistemi dinamici, e’ stato promotore di IFAC World Congress, il primo congresso della Federazione Internazionale dei Controlli Automatici tenuto in Italia. Il congresso si tenne a Milano nel 2011 con un numero molto elevato di partecipanti, circa tremila, provenienti da 73 nazioni. È stato Associate Editor per diverse riviste scientifiche. In particolare é stato Editor in Chief di European Journal of Control dal 2003 al 2013. Sergio è Fellow dell’IFAC e IEEE Life Fellow.

Se sei interessato ad avere ulteriori informazioni in merito a questo evento contattaci al 02/88463340.

    Giovedì 22 Marzo 2018
    ore 21.00
    Sergio Bittanti
    Biglietto intero € 5,00 – Biglietto ridotto € 3,00

La cassa apre 45 minuti prima.

A conferenza iniziata è vietato l’ingresso.